Home » Oggi avvenne » ACCADDE A OTTOBRE

ACCADDE A OTTOBRE

La nascita della Repubblica Popolare Cinese

La nascita della Repubblica Popolare Cinese - Sebastiano Inturri


Dopo la seconda guerra mondiale, due forze politico-militari si contesero il controllo della Cina: i Nazionalisti, il cui partito era chiamato Kuomintang, guidati dal generale Chiang Kai-shek, e i Comunisti, il cui leader era Mao Tse-tung. Tra queste due forze scoppiò una lunga e sanguinosa guerra civile, che si concluse con la vittoria dei Comunisti.
In seguito alla sconfitta, i Nazionalisti si ritirarono nell'isola di Taiwan (vicina alla costa cinese), dove formarono un governo retto da Chiang Kai-shek.
Invece i Coministi il 1° ottobre 1949 proclamarono la nascita della Repubblica Popolare Cinese, presieduta da Mao Tse-tung. Il numero due del partito, Zhou Enlai (o Chou En-lai) assunse la doppia funzione di capo del governo e ministro degli Esteri.


Nella foto: Mao Tse-tung 

commenti (0)

L'indipendenza della Nigeria


Il 1° ottobre 1960 la Nigeria ottenne l'indipendenza dal Regno Unito.

L'indipendenza della Nigeria - Sebastiano Inturri
commenti (0)

In ricordo di Carlo Dapporto

In ricordo di Carlo Dapporto - Sebastiano Inturri


Il 1° ottobre 1989, all'età di 78 anni, morì l'attore comico Carlo Dapporto.

Anche il figlio Massimo è un noto attore.







Nella foto: Carlo Dapporto

commenti (0)

L'alluvione di Messina del 2009

 

Una pioggia torrenziale iniziata la sera del 1° ottobre 2009 e durata per tutta la notte fino al mattino del giorno successivo provocò un'alluvione con diverse frane, che interessò soprattutto la costa ionica a sud di Messina. I centri più colpiti furono Giampilieri, frazione di Messina, e il comune di Scaletta Zanclea. Le vittime recuperate furono trentuno; a queste si devono aggiungere sei persone che a tutt'oggi (ottobre 2012) risultano ancora disperse. 

commenti (0)

In omaggio a Giuliano Gemma

In omaggio a Giuliano Gemma - Sebastiano Inturri

 

Il 1° ottobre 2013, all'età di 75 anni morì, a causa di un attacco cardiaco susseguente a un incidente stradale, l'attore Giuliano Gemma. Ha interpretato soprattutto film western.

commenti (0)

Il plebiscito di Roma del 1870


Dopo la presa di Roma, avvenuta il 20 settembre 1870 con la breccia di Porta Pia, pochi giorni dopo, ed esattamente il 2 ottobre 1870, si svolse un plebiscito, il cui esito decretò il passaggio della città dallo Stato Pontificio al Regno d'Italia.
Terminava così il potere temporale dei papi, il cui inizio si fa risalire al 728, con la cosiddetta donazione di Sutri.
Il potere temporale dei papi verrà ripristinato, seppure in forma ridotta, l’11 febbraio 1929 con i Patti Lateranensi.

commenti (0)

La fine della terza guerra d'indipendenza italiana

 

Il 3 ottobre 1866 fu firmato la trattato di Vienna, che poneva fine alla terza guerra d'indipendenza italiana (scoppiata il 16 giugno dello stesso anno). In base a tale trattato di pace, l'Austria cedeva il Veneto, ma non direttamente all'Italia, da cui non si considerava sconfitta, bensì, in segno di disprezzo, alla Francia, che lo avrebbe poi trasferito all'Italia. Il passaggio fu confermato dalla popolazione veneta, che nel plebiscito svoltosi il 21 e 22 di quello stesso mese votò a favore praticamente all'unanimità (votarono contro solo una settantina di persone su un totale di circa settecentomila).

commenti (0)

L'invasione dell'Etiopia ad opera dell'Italia

L'invasione dell'Etiopia ad opera dell'Italia - Sebastiano Inturri


Prendendo a pretesto alcuni incidenti di frontiera creati di proposito, il 3 ottobre 1935 le truppe italiane guidate dal maresciallo Pietro Badoglio e dal generale Adolfo Graziani entrarono in Etiopia, all'epoca nota col nome di Abissinia. Per far questo attraversarono prima l'Eritrea e la Somalia Italiana, che già erano colonie italiane.
Il negus (titolo equivalente a quello di imperatore) Hailé Selassié chiese l'intervento della Società delle Nazioni, la quale condannò l'aggressione e inflisse all'Italia delle sanzioni economiche. Ma il provvedimento fu applicato blandamente e in ritardo, e in pochi mesi gli Italiani occuparono il Paese; questo fu annesso all'Africa Orientale Italiana, che comprendeva i possedimenti italiani in Africa orientale.
Il 9 maggio 1936, davanti a una folla entusiasta, Benito Mussolini annunciò la fondazione dell'impero italiano d'Etiopia, di cui il re Vittorio Emanuele III fu proclamato imperatore.

commenti (0)

La riunificazione tedesca


La caduta del muro di Berlino, avvenuta il 9 novembre 1989, aveva aperto la strada per la riunificazione tedesca.
Il 3 ottobre 1990 i due Stati in cui la Germania era stata divisa al termine della seconda guerra mondiale, la Repubblica Federale di Germania (comunumente chiamata Germania Ovest) e la Repubblica Democratica Tedesca (comunemente chiamata Germania Est), furono ufficialmente riunificati.

La riunificazione tedesca - Sebastiano Inturri
commenti (0)

Il crollo della palazzina a Barletta


Il 3 ottobre 2011, verso le 12.30, il crollo di una palazzina di due piani nel centro storico di Barletta causò la morte di una ragazzina di 14 anni e di quattro donne (tutte di età compresa tra i 30 e i 40 anni) che lavoravano come operaie nella maglieria che era ubicata al piano terra della palazzina crollata.

Indagini successive della magistratura hanno appurato che il crollo fu dovuto alla demolizione dell'immobile adiacente, che avrebbe compromesso la stabilità della palazzina.

 

commenti (0)

La tragedia di Lampedusa

 

Il 3 ottobre 2013, a circa mezzo miglio dalla costa dell'Isola dei Conigli, una piccola isola che dista pochi metri dall'isola di Lampedusa (nell'arcipelago delle Pelagie), un peschereccio affondò. Delle oltre 500 persone imbarcate, solo 155 si salvarono; 366 morirono annegate (i corpi di alcune di esse furono recuperati in mare solo dopo diversi giorni di ricerca); una ventina risultano ancora disperse.

Il peschereccio era partito dalle coste libiche il 1° ottobre. Era lungo appena venti metri e trasportava, ammassati uno addosso all'altro, migranti africani (provenienti soprattutto dall'Eritrea, dal Ghana, dalla Somalia, dall'Etiopia e dalla Tunisia), in cerca di un futuro migliore. Gli uomini erano poco più del doppio delle donne; c'erano anche alcuni bambini. Quando l'imbarcazione giunse in prossimità dell'Isola dei Conigli, qualcuno tra i migranti, visto che in quel punto i telefoni cellulari non prendevano, incendiò una coperta per richiamare l'attenzione e farsi soccorrere. Ma la presenza di benzina sul ponte dell'imbarcazione fece divampare un incendio a bordo; molti imbarcati, presi dal panico, si spostarono in massa, causando un eccessivo sbilanciamento del barcone, che, dato l'eccessivo carico, si ribaltò e affondò.

La tragedia di Lampedusa - Sebastiano Inturri
commenti (0)

L'inizio dell'era spaziale


Il 4 ottobre 1957, con la messa in orbita dello Sputnik 1 da parte dell'Unione Sovietica, ebbe ufficialmente inizio l'era spaziale.
Gli Stati Uniti avrebbero messo in orbita il loro primo satellite (l'Explorer 1) quasi quattro mesi più tardi (il 31 gennaio 1958).
Lo Sputnik 1 era formato da una sfera di alluminio di 58 cm di diametro, contenente due trasmittenti; da tale sfera si dipartivano quattro antenne lunghe circa 2,5 metri. Gli strumenti a bordo dello Sputnik 1 rimasero funzionanti per 21 giorni; poi esso s'incendiò.


Nella foto: lo Spuntik 1

L'inizio dell'era spaziale - Sebastiano Inturri
commenti (0)