Home » Oggi avvenne » ACCADDE A SETTEMBRE

ACCADDE A SETTEMBRE

Lo scoppio della seconda guerra mondiale


Il 1° settembre 1939, con l'invasione della Polonia da parte della Germania ordinata da Hitler, iniziò la seconda guerra mondiale. Due giorni dopo scesero in campo Francia e Inghilterra in aiuto della Polonia. Nonostante l'eroica difesa dei Polacchi, il loro Paese fu conquistato dopo solo un mese dai Tedeschi, a fianco dei quali erano intervenuti i Russi.
L'Italia, che era alleata della Germania, non era assolutamente nelle condizioni di poter affrontare una guerra, perché stremata dalle campagne di Etiopia e di Spagna; pertanto il governo italiano scelse una posizione di non belligeranza, per non usare il termine neutralità, che sapeva di ritirata.

commenti (0)

L'avvento al potere da parte di Gheddafi

L'avvento al potere da parte di Gheddafi - Sebastiano Inturri


Insoddisfatto del governo guidato dal re Idris I, giudicato troppo servile nei confronti di Stati Uniti e Francia, il 26 agosto 1969 Mu'ammar Gheddafi, che all'epoca era capitano dell'esercito libico, si pose alla guida del colpo di Stato organizzato contro il sovrano, che sei giorni dopo, 1° settembre 1969, portò alla proclamazione della Repubblica, guidata da un Consiglio del Comando della Rivoluzione composto da dodici militari. Gheddafi, che nel frattempo si era autopromosso al grado di colonnello e si era messo a capo di tale Consiglio, instaurò in Libia un regime che, progressivamente, si trasformò in una vera e propria dittatura.


Nella foto: Mu'ammar Gheddafi

commenti (0)

L'indipendenza dell'Uzbekistan


Il 1° settembre 1991 l'Uzbekistan dichiarò la propria indipendenza dall'Unione Sovietica.

L'indipendenza dell'Uzbekistan - Sebastiano Inturri
commenti (0)

La fine della seconda guerra mondiale


Messo in ginocchio dalle due bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaki, il 2 settembre 1945 il Giappone firmò l'atto di resa, che segnò la fine della seconda guerra mondiale.

commenti (0)

La firma dell'armistizio di Cassibile


Il 3 settembre 1943 a Cassibile (vicino a Siracusa) il primo ministro italiano, il maresciallo d'Italia Pietro Badoglio, concluse segretamente un armistizio con gli Anglo-Americani, in base al quale l'Italia cessava i combattimenti nella seconda guerra mondiale.

commenti (0)

L'omicidio di Carlo Alberto Dalla Chiesa

L'omicidio di Carlo Alberto Dalla Chiesa - Sebastiano Inturri


Il 3 settembre 1982 a Palermo l'allora prefetto di questa città, l'ex generale dei Carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa, fu ucciso a colpi di Kalashnikov insieme con la sua giovane moglie (appena 32enne), Emanuela Setti Carraro, che guidava l'auto nella quale entrambi stavano viaggiando. Inoltre dopo qualche giorno (esattamente il 15 dello stesso mese) si spense, per le ferite riportate nell'attentato, l'agente di scorta, Domenico Russo, che seguiva i due su un'altra macchina.
Per questo triplice omicidio sono stati condannati all'ergastolo, quali mandanti, i maggiori vertici di Cosa Nostra e, come esecutori materiali, quattro uomini, di cui due all'ergastolo e due a quattordici anni di reclusione.


Nella foto: Carlo Alberto Dalla Chiesa con l'uniforme da Generale dei Carabinieri

commenti (0)

In ricordo di Gigi Sabani

In ricordo di Gigi Sabani - Sebastiano Inturri

 

Il 4 settembre 2007 morì improvvisamente, a causa di un infarto, l'imitatore e il conduttore televisivo romano Gigi Sabani, che il mese successivo avrebbe compiuto 55 anni.

 

 

 

commenti (0)

La morte terrena di Madre Teresa di Calcutta

La morte terrena di Madre Teresa di Calcutta - Sebastiano Inturri


Il 5 settembre 1997 morì Madre Teresa di Calcutta (al secolo Anjeza Gonxhe Bojaxhiu), la fondatrice della congregazione cattolica delle Missionarie della Carità.

Nata nel 1910 a Skopje, la capitale della Repubblica di Macedonia, da genitori albanesi, all'età di diciotto anni decise di prendere i voti nella congregazione delle Suore di Loreto, che svolgevano attività missionaria in India, dove lei giunse nel 1929 per dedicarsi all'insegnamento.
Colpita dalle misere condizioni di vita degli abitanti di Calcutta (una popolosa città dell'India), Madre Teresa nel 1948 lasciò, con il consenso della Santa Sede, la congregazione cui apparteneva, per istituirne una nuova. Così nel 1950 fondò le Missionarie della Carità, che ricevettero l'approvazione pontificia nel 1965.
Nel 1979 a Madre Teresa fu assegnato il premio Nobel per la pace, e il 19 ottobre 2003 papa Giovanni Paolo II l'ha proclamata beata.

commenti (0)

In omaggio a Luciano Pavarotti

 

Il 6 settembre 2007 si spense il famoso tenore modenese Luciano Pavarotti.

 

Nel video qui sotto, Pavarotti canta la romanza "Nessun dorma" dall'opera "Turandot", di Giacomo Puccini

 

 

commenti (0)

L'ingresso di Garibaldi a Napoli


Il 7 settembre 1860 Garibaldi con i suoi volontari (che avevano raggiunto il numero di circa ventimila), dopo aver conquistato Sicilia, Calabria e Basilicata, entrarono a Napoli, senza incontrare resistenza. Infatti il re Francesco II di Borbone e sua moglie, la regina Maria Sofia di Baviera (sorella dell'imperatrice Elisabetta d'Austria, nota col nome di Sissi), erano poco prima fuggiti con il loro esercito e si erano rifugiati nella fortezza di Gaeta.
L'ingresso di Garibaldi a Napoli fu salutato dalla popolazione con manifestazioni clamorose di entusiasmo. 

commenti (0)

In ricordo di Sergio Endrigo

In ricordo di Sergio Endrigo - Sebastiano Inturri

 

Il 7 settembre 2007 si spense, all'età di 72 anni, il cantautore Sergio Endrigo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel video qui sotto Sergio Endrigo canta Io che amo solo te

 

 

 

 

commenti (0)

La notizia dell'armistizio di Cassibile

 

L'8 settembre 1943 la radio americana, anticipatamente rispetto agli accordi, diede l'annuncio della firma dell'armistizio di Cassibile (avvenuta il 3 dello stesso mese). Il motivo dell'anticipo è che gli Alleati anglo-americani temevano che il governo italiano stesse per essere rovesciato dai Tedeschi.
La notizia diffusa alla radio colse tutti di sorpresa, compresi re Vittorio Emanuele III, il primo ministro Pietro Badoglio e tutte le altre autorità italiane.
Già il giorno seguente (9 settembre) i Tedeschi mossero le loro truppe contro la "traditrice" Italia.

Nella notte tra l’8 e il 9 settembre il Re, la Regina, il Principe ereditario (Umberto), Badoglio e alcuni alti ufficiali italiani fuggirono da Roma e si rifugiarono a Brindisi, dove il 10 settembre Vittorio Emanuele III costituì il cosiddetto Regno del sud, che può considerarsi una continuazione del Regno d’Italia. Badoglio divenne il capo del Governo di questo Regno del Sud; come capitale fu scelta, inizialmente, Brindisi, sostituita, a partire da gennaio 1944, da Salerno.

commenti (0)