Home » Aforismi divisi per autore » Aforismi di Oscar Wilde

Aforismi di Oscar Wilde

11-18

 
OSCAR WILDE
 scrittore, poeta e drammaturgo irlandese (1854-1900)


 

"Ogni impulso che soffochiamo ci avvelena l'esistenza"

 

"Amare se stessi è l'inizio di una storia d'amore lunga tutta la vita"

 

"Farei di tutto per ritrovare la giovinezza, fuorché alzarmi presto e comportarmi come si deve"

 

"Il lavoro è il rifugio di coloro che non hanno nulla di meglio da fare"

 

"La società spesso perdona il criminale, ma non perdona mai il sognatore" 

 

"Il segreto per rimanere giovani sta nell’avere una sregolata passione per il piacere"

 

"Bisogna sempre giocare onestamente, quando si hanno le carte vincenti" 

 

"La felicità non è avere quello che si desidera, ma desiderare quello che si ha"

1-10

 
 
"Tutti sono buoni a compatire le sofferenze di un amico, ma ci vuole un'anima veramente bella per godere dei successi di un amico" 
 
"Perdona sempre i tuoi nemici. Nulla li fa arrabbiare di più"
 
"Io non voglio cancellare il mio passato, perché nel bene o nel male mi ha reso quello che sono oggi. Anzi ringrazio chi mi ha fatto scoprire l'amore e il dolore, chi mi ha amato e usato, chi mi ha detto ti voglio bene credendoci e chi invece l'ha fatto solo per i suoi sporchi comodi. Io ringrazio me stesso per aver trovato sempre la forza di rialzarmi e andare avanti, sempre"
 
"L’esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l’esame, poi ti spiega la lezione" 
 
"Bisognerebbe essere sempre un po' improbabili" 
 
"A tavola perdonerei chiunque, anche i miei parenti" 
 
"L'ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili. Il pessimista sa che è vero"

"Spesso confondiamo il dovere con ciò che compiono gli altri e non con ciò che noi stessi dobbiamo compiere"

"‘Esperienza’ è il nome che ciascuno dà ai propri errori"

"Gli uomini vogliono essere il primo amore di una donna: questa è la loro sciocca vanità. Le donne hanno un istinto più sottile: a loro piace essere l'ultimo amore di un uomo"