Home » Aforismi divisi per tema » Aforismi sull'ira

Aforismi sull'ira

11-19

 

"Quando sei arrabbiato, conta fino a quattro. Quando sei molto arrabbiato, bestemmia" (Mark Twain)

 

"Il giusto è tranquillo, l’ingiusto è agitato" (Diogene)

 

"Se mi provochi, ti ignoro, ma se mi sfidi, ti distruggo" (anonimo)

 

"Una tigre non perde il sonno per l’opinione di una pecora" (anonimo)

 

"Quando vedi rabbia negli altri, va e scava profondamente dentro di te e vedrai che quella rabbia si trova anche lì. Quando vedi troppo ego negli altri, va semplicemente dentro di te e vedrai quell'ego seduto lì dentro. La dimensione interiore opera come un proiettore: gli altri diventano schermi e tu inizi a vedere dei film su di loro, che di fatto sono solo i nastri registrati di ciò che tu sei" (Osho)

 

"Non sarai punito per la tua rabbia, sarai punito dalla tua rabbia. Lasciamo che l'uomo vinca la rabbia con l'amore" (Buddha)

 

"La collera dell'uomo eccellente dura un momento, quella del mediocre dura due ore, quella dell'uomo volgare un giorno e una notte, quella del malvagio non cessa mai" (proverbio singalese)

 

"Ogni minuto che passi arrabbiato perdi sessanta secondi di felicità" (Albert Einstein)

 

"Il modo in cui gli altri ti trattano fa parte del loro cammino, il modo in cui reagisci fa parte del tuo" (Mantra Yoga)

1-10

 

"Temi i giusti e i mansueti, la loro ira sarà terribile" (anonimo)

 

"Restare aggrappato alla rabbia è come tenere in pugno un tizzone ardente per lanciarlo contro qualcun altro: chi si brucia sei tu" (Gautama Buddha)

 

"Saltatemi pure addosso, gettate su di me tutta la vostra  furia: vi vincerò sopportandovi" (Seneca) 

 

"Nulla sulla terra consuma un uomo più rapidamente che la passione del risentimento" (Friedrich Nietzsche)

 

"Iniziare un litigio è come aprire una diga; prima che la lite si esasperi, troncala"  (Antico Testamento - Proverbi, 17, 14)

 

"Non permettere alle tue ferite di trasformarti in qualcosa che non sei" (Paulo Coelho) 

 

"Non prendere decisioni quando sei arrabbiato e non fare promesse quando ti senti felice" (anonimo)


"Le conseguenze della collera sono molto più gravi delle sue cause" (Marco Aurelio)

"È segno d'intelligenza per l'uomo trattenere la collera,
ed è sua gloria passar sopra alle offese"
(Antico Testamento, Proverbi, 19, 11)

"L'uomo superiore è in pace con se stesso, l'uomo dappoco è sempre agitato" (Confucio)