Home » Aforismi divisi per tema » Aforismi sulla coscienza

Aforismi sulla coscienza

11-15

 

"L'uomo diventa veramente maturo quando comincia a temere più la propria coscienza che il giudizio degli altri" (Sebastiano Inturri)

 

"Pratica ciò che predichi. Prima di cercare di correggere gli altri fai una cosa più, difficile: correggi te stesso" (Buddha)

 

"La vita stessa porta l'uomo a fare bilanci e ad accorgersi degli sbagli commessi, dei gesti mai compiuti, delle parole non dette. Oggi siamo tutti presi dalla preoccupazione di vivere e in questa corsa con il tempo spesso dimentichiamo il piacere di esistere" (Romano Battaglia)

 

"L'esasperazione, la stanchezza, il male di vivere, spesso, portano a vedere negli altri, in coloro che ci stanno vicini, la causa di tutte le nostre difficoltà, dei nostri mali. È la via più facile, anche se non indolore, per sfuggire alla verità, alle umane, umanissime paure. Diventiamo ciechi nei confronti delle responsabilità e non ci accorgiamo che la vita è come ce la siamo costruita noi" (Romano Battaglia)

 

"Quando stai per fare una cosa, pensa a quello che diranno gli altri ma in particolare a quello che dirà la tua coscienza: di quello che diranno gli altri dovrai tenerne conto qualche volta, di quello che ti dice la tua coscienza dovrai tenerne conto sempre" (anonimo)

1-10

  
"Si può dimenticare il male ricevuto, ma quello fatto mai" (anonimo)
 

"La conoscenza dei propri difetti è l’inizio della guarigione" (Epicuro)

  
"Una buona coscienza si offre allo sguardo della folla; una cattiva coscienza, anche nella solitudine, è ansiosa e tormentata. Se quello che fai è onesto, lo sappiano pure tutti; se disonesto, che importa che nessuno lo sappia, quando lo sai tu?" (Seneca)
 
"Una cattiva coscienza beve essa stessa la maggior parte del suo veleno" (Attalo)
 
"L'esasperazione, la stanchezza, il male di vivere, spesso, portano a vedere negli altri, in coloro che ci stanno vicini, la causa di tutte le nostre difficoltà, dei nostri mali. È la via più facile, anche se non indolore, per sfuggire alla verità, alle umane, umanissime paure. Diventiamo ciechi nei confronti delle responsabilità e non ci accorgiamo che la vita è come ce la siamo costruita noi" (Romano Battaglia)
 
"Gli uomini, se qualcuno gli fa un brutto tiro, lo scrivono nel marmo; ma se qualcuno gli usa un favore, lo scrivono sulla sabbia" (Tommaso Moro)
 
"Non c'è cuscino più morbido di una coscienza tranquilla" (Kenneth Blanchard)
 
"Le lodi concesse dagli altri, anche se meritate, non possono aggiungere nulla all'autostima di un uomo sapiente, il quale misura il proprio valore non con il metro della popolarità, ma sulla realtà della propria coscienza" (Severino Boezio)
 
"La dignità non consiste nel possedere onori, ma nella coscienza di meritarli" (Aristotele)
 
"Conforti efficacissimi della vecchiaia sono le arti e la pratica delle virtù, le quali anche nella più tarda età sono feconde di stupendi vantaggi, perché la coscienza libera di rimorsi e la memoria d'avere operato il bene sono dolcissima soddisfazione dell'uomo" (Cicerone)