Home » Aforismi divisi per tema » Aforismi sulla magnanimità

Aforismi sulla magnanimità

11-16

 

"La gloria dei grandi uomini si deve sempre rapportare ai mezzi di cui si sono serviti per conquistarla" (François de La Rochefoucauld)

 

"I grandi uomini sono i più soli" (Charles Bukowski)

  

"Per diventare uomini di valore non basta avere dei buoni propositi, ma occorre metterli in pratica; coloro che non li mettono in pratica assomigliano a quei malati che ascoltano, sì, attentamente i medici, ma non fanno nulla di quanto viene loro prescritto" (Aristotele)

 

"L'uomo superiore è modesto nelle parole ma eccelle nell’azione" (Confucio)

 

"I veri grandi spiriti costruiscono, come le aquile, i loro nidi a grandi altezze, nella solitudine" (Arthur Schopenhauer)

 

"Una persona eccezionale è quella che si interroga sempre, laddove gli altri vanno avanti come pecore" (Fabrizio Dé Andre)

1-10


"Certi difetti, messi bene a frutto, brillano più della stessa virtù" (François de La Rochefoucauld)

 

"La vera misura di un uomo si vede da come tratta qualcuno da cui non può ricevere assolutamente nulla in cambio" (Samuel Johnson)

 

"Le persone davvero grandi ti fanno sentire come se potessi diventare anche tu altrettanto grande" (Mark Twain)

 

"Le lodi concesse dagli altri, anche se meritate, non possono aggiungere nulla all'autostima di un uomo sapiente, il quale misura il proprio valore non con il metro della popolarità, ma sulla realtà della propria coscienza" (Severino Boezio)

 

"La dignità non consiste nel possedere onori, ma nella coscienza di meritarli" (Aristotele)

 

"Ciò che l'uomo superiore cerca, lo cerca in se stesso, mentre l'uomo dappoco lo cerca negli altri" (Confucio)

 

"L'uomo superiore è sicuro di sé senza essere arrogante; l'uomo dappoco è arrogante ma insicuro" (Confucio)

 

"L'uomo superiore è in pace con se stesso, l'uomo dappoco è sempre agitato" (Confucio)

 

"È curioso vedere come quasi tutti gli uomini che valgono molto hanno le maniere semplici; e che quasi sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore" (Giacomo Leopardi)

 

"Da un uomo grande c'è qualcosa da imparare anche quando tace" (Seneca)