Home » Aforismi divisi per tema » Aforismi sulla superbia

Aforismi sulla superbia

11-13

 

"Io non conosco nessun altro segno di superiorità nell’uomo che quello di essere gentile" (Ludwig van Beethoven)

 

"Quando qualcuno mi tratta dall'alto in basso, mi vengono i complessi di superiorità" (Sebastiano Inturri)

 

"Siamo tutti fatti di debolezza e di errori; perdoniamoci reciprocamente le nostre sciocchezze: è la prima legge di natura" (Voltaire)

1-10

  

"Un uomo pieno di sé è sempre vuoto" (Charles Régismanset)

  

"Non cercare di splendere come la giada, ma sii semplice come la pietra" (Lao Tzu)

  

"Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze" (Paul Valéry)

 

"Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a un altro uomo. La vera nobiltà sta nell'essere superiore alla persona che eravamo fino a ieri" (Samuel Johnson)

 

"Ogni uomo nasce gemello: colui che è e colui che crede di essere" (Mark Kessel) 

 

"Pensare di conoscere tutto di una persona è come credere che il mare finisca all'orizzonte" (proverbio cinese)

 

"Ho imparato che un uomo ha il diritto di guardare dall'alto in basso un altro uomo solo per aiutarlo a rimettersi in piedi" (Gabriel García Márquez)

 

"La superbia è la ferma convinzione del proprio superiore valore; la vanità invece è il desiderio di suscitare negli altri tale convinzione, per lo più accompagnata dalla segreta speranza di farla diventare una convinzione propria. Per conseguenza la vanità rende loquaci, la superbia silenziosi" (Arthur Schopenhauer) 

"Il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo" (George Bernard Shaw)

"L'uomo superiore è sicuro senza essere arrogante; l'uomo dappoco è arrogante ma insicuro" (Confucio)