Home » Barzellette per bambini

Barzellette per bambini

Legenda


Qui sotto è riportata la totalità delle barzellette che, non essendo di argomento erotico, possono essere lette da tutti, bambini compresi; le stesse barzellette sono divise per categorie, alle quali puoi accedere cliccando in basso a sinistra sui relativi link. La stessa barzelletta può essere inclusa in più di una categoria.

Buon divertimento!

171

 

Due carabinieri, un maresciallo e un appuntato, si trovano in chiesa; l'appuntato nota che il parroco ha un braccio fasciato, e incuriosito gli domanda:

- Che vi è successo, don Luigi?
- Nulla figliolo, sono caduto inciampando nel bidè e mi sono rotto un braccio.

Poi il parroco si allontana e l'appuntato domanda al maresciallo:

- Marescia', che cos'è sto bidè?

- E che ne so! So' dieci anni che non vengo in chiesa!

166-170

 

Un carabiniere vince otto milioni di euro al Superenalotto e decide di comprarsi il sogno della sua vita: una Ferrari F50.
Qualche giorno dopo un poliziotto in autostrada lo vede mentre spinge la sua super auto.
Il poliziotto si ferma e gli domanda se è rimasto in panne, e lui gli risponde:
- No, no... è nuova di zecca! Solo che quando l'ho ritirata mi hanno detto di non superare i 50 all'ora in città e di spingerla un po' in autostrada.

 

 

- Caro, dimmi qualcosa.

- Qualcosa.

- Ma no: qualcosa di dolce!

- Zucchero.

 

 

I componenti di una famiglia di tartarughe di Roma decidono di fare una gita a Ostia mare, preparano tutto e si incamminano. Dopo dieci giorni arrivano, piantano l’ombrellone, poggiano le sedie a sdraio, il tavolo, aprono i cestini con il pranzo, ma si accorgono che hanno dimenticato il pane a casa. Allora papà tartaruga si rivolge al figlio più grande dicendogli:

- Torna indietro a prendere il pane.

E lui risponde:

- No, se io vado, voi poi non mi aspettate e vi mangiate la pasta, le fettine, il pollo, la torta.

Il padre lo rassicura:

- Vai tranquillo: per mangiare aspettiamo te.

Allora il giovane si incammina verso casa. Passano dieci, quindici giorni, e il più piccolino comincia a lamentarsi:

- Babbo, io ho fame!

- Abbiamo promesso a tuo fratello che per mangiare aspettiamo che lui ritorni - replica il padre.

Passano altri cinque giorni e il piccolino di nuovo:

- Babbo, io ho molta fame!

E il padre dice:

- Va bene, se entro domani tuo fratello non sarà ancora arrivato, cominceremo a mangiare.

La mattina seguente non si vede nessuno. Il padre, stufo di aspettare, prende il cestino, ma appena si accinge ad aprirlo, da dietro un cespuglio sbuca il figlio grande, che sbotta:

- Ah, lo sapevo che avreste iniziato a mangiare senza di me. Adesso non ci vado più!

 

 

 

A causa di una malattia un uomo subisce la paralisi alle gambe.

Dopo un po' di tempo telefona a un suo amico:

- Il dottore disse che mi avrebbe fatto camminare in due settimane.

- E c'è riuscito?

- Sì... ho dovuto vendere la macchina per pagargli il conto.

 

 

I Carabinieri telefonano a una signora che aveva denunciato il furto della sua automobile e le dicono:

- Signora, abbiamo ritrovato la sua macchina.

- E in che stato si trova?

- In Italia.