Home » Barzellette per bambini » Barzellette sugli psichiatri

Barzellette sugli psichiatri

6-8

  

- Dottore, ho il complesso di essere brutta.

- Mi creda, lei non ha nessun complesso!

  

 

Dallo psicologo.

- Dottore, nessuno mi prende su serio.

- Ma sta scherzando?

 

 

La segretaria di uno psichiatra entra nello studio e dice:

- In sala d’attesa c’è un uomo che afferma di essere invisibile.

Lo psichiatra risponde:

- Gli dica di passare domani: oggi non posso vederlo.

1-5

 

- Dottore, mi aiuti, mio marito crede di essere un'automobile!

- Lo porti qui da me.

- Non posso: non ho la patente! 

 

 

- Dottore, ogni notte sogno di essere un cane da caccia. 

- E da quanto tempo si ripete questo sogno? 

- Da quando ero cucciolo.

 

 

- Dottore, sono un inguaribile cleptomane, mi aiuti!  

- Non si preoccupi: le do qualcosa da prendere tutti i giorni. 

 

 

Un uomo va dallo psichiatra:
- Dottore, mi deve aiutare. È un periodo che sono sotto stress e perdo facilmente la pazienza con la gente.
- Mi parli del suo problema.
- Te l'ho già detto, stronzo!

 

 

Due amici parlano di psicanalisi. Uno dice:

- Io non ci credo; sono tutte fandonie create ad arte per spillare quattrini ai babbei che ci credono.

- Non è vero, e te lo posso dimostrare – ribatte l’altro – Io una volta, quando suonavano il campanello, non aprivo mai la porta: avevo la psicosi dell’intruso. Ebbene, dopo dieci sedute dallo psicanalista sono completamente guarito: ora apro anche se non suona il campanello.