Home » Barzellette per adulti » Barzellette sui gay

Barzellette sui gay

11

 

Roma. Una donna e un uomo sono rimasti da soli. Dopo un po’ di tempo, visto che lui non la degna di attenzioni, lei gli domanda:

- Perché nun me baci?

E lui:

- Soffro.

- Perché nun me abbracci?

- Soffro.

- Scusa, ma de cosa soffri?

- Se me lasci finì de parlà... soffrocio! 

6-10

 

Una mattina un signore, camminando nel parco per andare a lavoro, vede un pappagallo su un ramo. Questi, guardandolo, gli fa:

- Ciaooooo, frrrrrocio.

Il signore, indispettito, tira dritto e se ne va.

La mattina seguente, stessa strada, stesso ramo, stesso pappagallo e il solito saluto:

- Ciaooooo, frrrrrrrrocio.

Il signore, visibilmente irritato, prosegue e se ne va.

La terza mattina, stessa strada, stesso ramo, stesso pappagallo e medesimo saluto:

- Ciao, frrrrrrrrociooooo.

Il signore, imbufalito, decide di andare a parlare col proprietario e, trovatolo, gli fa:

- Le vorrei far presente che tutte le mattine il suo pappagallo si rivolge a me dicendomi "Ciao, frrrrrrrrrocio". La cosa non è per nulla simpatica e le chiedo di farlo smettere.

Il proprietario risponde:

- Le chiedo scusa, vedrà che non succederà più.

Il mattino successivo il signore passa, vede il pappagallo sul solito ramo, ma questi niente, non proferisce parola e così per i giorni a seguire.

Il signore, soddisfatto, torna dal padrone e gli fa: 

- Mi complimento con lei, il pappagallo ora è molto educato, ma come ha fatto? Non lo avrà mica picchiato!

E il proprietario:

- Macché picchiato! Gli ho solo detto di non parlare coi froci.

 

 

Un gay passeggia in un giardino pubblico di notte e vede su una panchina un barbone ubriaco che dorme.

Il gay non resiste, e per tutta la notte si fa il barbone, che è talmente ubriaco da non accorgersi di nulla. Appena finito, però, il gay si sente in dovere di ringraziare in qualche modo il barbone; perciò gli lascia in mano una banconota da 50 euro.

La mattina dopo, non appena il barbone si sveglia,  trovandosi i 50 euro in mano, ringrazia mentalmente il generoso benefattore che gli ha lasciato quei soldi e corre in un bar:

- Una bottiglia di rosso!

Il barbone paga con i 50 euro, prende la bottiglia e va a ubriacarsi nel parco. Beve così tanto che si addormenta di nuovo ubriaco su una panchina.

La stessa sera ritorna il gay, trova il barbone, se lo fa tutta la notte e gli lascia altri 50 euro in mano.

Al risveglio il barbone corre di nuovo al bar a comprare la bottiglia di vino rosso e va di nuovo ad ubriacarsi al parco.

Questa scena continua per una settimana, e tutte le sere il gay torna a fargli visita.

Dopo otto giorni che va avanti questa storia, il barbone la mattina si alza, si trova i soldi in mano e va al solito bar. Appena entra, il barista lo anticipa:

- Scommetto che vuoi una bottiglia di rosso!

E il barbone:

- No, facciamo di bianco, il rosso mi fa bruciare il culo...

 

 

Durante una rapina in un ristorante, il capobanda ordina ai suoi uomini:

- Rapinate le donne e stuprate gli uomini.

Uno dei malviventi, rivolto al capo:

- Ma... capo...

Il capobanda si rende conto del suo errore e si corregge:

- Intendevo dire: rapinate gli uomini e stuprate le donne.

Un cliente gay si alza un po' seccato e urla:

- E no, quel che è detto è detto!

 

 

Un tale entra in un bar tutto triste e ordina un whisky.

Il barista, vedendolo così triste, domanda:

- Problemi?

Il tizio risponde:

- Ho appena saputo che mio cugino è frocio.

Beve e se ne va.

Dopo un paio di giorni ritorna ancora più triste e ordina un doppio whisky.

Il barista domanda:

- Ancora problemi?

E quello risponde:

- Ho appena saputo che anche mio fratello è frocio.

Beve e se ne va.

Ritorna dopo qualche giorno e ordina una bottiglia di whisky.

Il barista, sempre più sbalordito:

- Scusi, ma non c'è nessuno nella tua famiglia a cui piacciano le donne?

E l'altro:

- Sì, mia sorella. 

 

 

Un etero e un omosessuale si trovano in piazza.

L'omosessuale:

- Facciamo una scommessa: se ti butto 50 euro per terra e riesci a chinarti e prenderli prima che te lo metto in culo saranno tuoi, altrimenti stai zitto e te lo becchi nell'ano.

L'etero non si fida, e va a casa a fare pratica con sua moglie. La moglie si mette il cazzo di gomma e gli butta 50 euro per terra, e lui riesce a prenderli tranquillamente.

Sicuro di vincere, il giorno dopo l'etero accetta la scommessa.

Al termine della scommessa, torna a casa con un male al culo pazzesco. La moglie gli domanda:

- Allora, com'è andata la scommessa?

E lui:

- Porca puttana, non sapevo che i 50 euro fossero in moneta!

 

1-5


C'è un camionista che viaggia di notte per una strada di campagna. Ad un tratto si accorge che c'è un omino rosso sul bordo della strada. Allora il camionista si ferma, scende, si avvicina e nota che l'omino sta piangendo.

A quel punto gli domanda:

- Perché piangi, omino rosso? 

- Sai, - gli risponde l'omino - io vengo da Marte, sono ricchione e ho tanta fame. 
- Guarda, io posso darti il mio panino, ma non posso fare altro per te - gli dice il camionista.

Gli dà il panino e riparte. Dopo un po' vede un omino verde a bordo strada. Si ferma, scende, si avvicina e vede che anche l'omino verde piange. 
- Perché piangi, omino verde? 
- Sai, gli risponde l'omino - io vengo da Venere, sono ricchione e ho tanta sete. 
- Guarda, io posso darti la mia aranciata, ma non posso fare altro per te - gli dice il camionista. 
Gli dà la lattina e riparte. Dopo un altro po', vede a bordo strada un omino blu.  

Allora si avvicina e gli domanda: 

- E tu, piccolo ricchione, da quale cazzo di pianeta vieni? 
- Favorisca patente e libretto, prego...



Un giornalista fa una scampagnata in alta montagna.

Ad un tratto vede un pastore di capre, gli si avvicina e gli fa alcune domande:

- Senta, scusi, quanto tempo resta quassù senza scendere in città?
- Diciamo dai tre ai quattro mesi.
- E come fa tutto questo tempo senza una donna?
- Ah, beh, a questo c'è un rimedio.
Così dicendo, emette un fischio prolungato, e dopo un po' arriva una capra. Il pastore si abbassa i pantaloni, tira fuori il sesso e fa cenno alla capra di fargli un pompino. La capra non vuole, cerca di ritrarsi, ma il pastore la prende per la testa e incomincia a darle degli schiaffoni micidiali a destra e a sinistra, finché la capra non si decide e lo accontenta.
Terminato tutto, il pastore, con aria soddisfatta, si rivolge al giornalista:
- Hai visto come si rimedia? Vuoi provare anche tu?
E il giornalista:
- Sì, va bene, però non prendermi a schiaffoni...



Un omosessuale che vince alla lotteria diventa ricchione?



Aforisma: "Non sempre fugge chi volta le spalle" (Un anonimo gay)



Al mare.
Una coppia:
- Andiamo a farci il bagno?
Madre e figlio:
- Andiamo a farci il bagnetto?
Due gay:
- Andiamo a farci il bagnino?