Home » Barzellette per bambini » Barzellette sui genovesi

Barzellette sui genovesi

1-3

 

Genova, all’uscita di un parcheggio.

- Tenga, questo è per il caffè.

- Oh, grazie... ehi, ma questo è zucchero!

 

 

Siamo a Genova. Un uomo si presenta alla mutua per fare le analisi delle urine.
L'infermiere di turno lo invita a pagare 20 euro di ticket e a ritornare con un campione di urina.
L'uomo, un po' sconcertato per il fatto di dover pagare 20 euro, versa la somma e se ne va.
Dopo circa un'ora si ripresenta con la ricevuta del ticket e una damigiana da cinque litri completamente piena di urina.
- Ecco... mi fate le analisi?

- Che è questa damigiana? - domanda l'infermiere sorpreso.

- È per sicurezza. Voi non ci fate caso e fate le analisi!

- Va bene. Tornate domani per l'esito.

Il giorno dopo l'uomo ritorna alla mutua, ritira il referto, e poi di buon passo ritorna a casa.
Giunto sul portone, inizia a urlare:

- Giovanni... Nicola... Carmela... Adelina... stiamo tutti bene!

 

 

A un genovese casca una moneta da un centesimo nel water.
Avrebbe la tentazione di immergere la mano nell'acqua per recuperare la moneta, ma ovviamente gli fa schifo.
Dopo averci pensato un po' su, butta di proposito nel water anche una moneta da due euro; quindi immerge la mano nell'acqua del water, recupera le due monete e tra sé dice:
- Per un centesimo no, ma per due euro e un centesimo ne valeva la pena...