Home » I miei pensieri » Pensiero 22

Pensiero 22

Sui raccomandati e i leccapiedi

 

Il raccomandato e il leccapiedi non solo non sanno o non vogliono lavorare, ma con l'atteggiamento spocchioso che assumono o con gli errori che commettono fanno lavorare male anche chi sa e vuole lavorare. Oltretutto colui che si fa raccomandare o fa il leccapiedi arreca danno non solo agli altri, ma anche a se stesso, perché il fatto di non possedere le attitudini necessarie per un determinato lavoro lo farà sentire a disagio e gli creerà complessi d'inferiorità rispetto ai colleghi più capaci e volenterosi di lui.

Ho conosciuto tanti raccomandati e tanti leccapiedi che, una volta venuto meno, per qualche motivo, l'appoggio dei loro protettori, hanno cominciato a brancolare come ciechi in un bosco di notte. Chi invece confida sul proprio impegno e sulle proprie capacità avrà sempre con sé un'inesauribile lanterna che gli illuminerà per sempre il cammino.

E l'uomo che sente di non potercela fare con le proprie forze, è bene che, anziché raccomandarsi ad altri uomini, si raccomandi a Dio, che è l'unico vero detentore della potenza.

 

6 giugno 2012

commenti (0)